Tricotillomania

La tricotillomania è un disturbo caratterizzato dall’incoercibile bisogno di giocare e strappare peli e capelli dal proprio corpo. Nonostante possa colpire a qualsiasi età è maggiormente frequente nei bambini e negli adolescenti. La tricotillomania è un disturbo che, per caratteristiche specifiche, è stato inserito nel capitolo dei dei “disturbi ossessivo compulsivi e correlati” nella nuova versione del DSM-5.

I criteri diagnostici per la diagnosi di tricotillomania proposti dal DSM5 sono i seguenti:

A. Strapparsi ricorrentemente i propri capelli, con conseguente perdita degli stessi;

B. Ripetuti tentativi di ridurre o interrompere tale comportamento;

C. Tirarsi i capelli causa disagio clinicamente significativo o compromissione dell’area sociale, lavorativa o di altre aree importanti del funzionamento;

D. Strapparsi i capelli o la perdita dei capelli non è attribuibile ad un’altra condizione medica;

E. Strapparsi i capelli non è meglio spiegato da i sintomi di un altro disturbo mentale (APA 2013).

Gli individui con hair pulling disorder (HPD) tipicamente tirano i capelli utilizzando le dita, delle pinzette o altri strumenti. La lunghezza della durata di un episodio di tricotillomania è individuale, ma la durata media è di 45 minuti al giorno. Le aree maggiormente colpite sono il cuoio capelluto (75%), le ciglia (53%), le sopracciglia (42%), la barba (10%) e le aree pubiche (17%) (Duke 2010). Alcuni soggetti con tricotillomania spesso ingeriscono i capelli strappati, dando origine a tricobezoari che portano a complicazioni gastrointestinali e interventi chirurgici.

Spesso, ma non sempre, gli episodi compulsivi sono preceduti da un alto livello di tensione interna. Il comportamento compulsivo è messo in atto in solitudine, a volte mentre si guarda la televisione, mentre si legge o si parla al telefono o si è alla guida. Alcune volte strapparsi i peli è un comportamento cosciente e deliberato, ma più frequentemente è un comportamento non consapevole e messo in atto in modo automatico.

Tricotillomania nei bambini

La tricotillomania può colpire qualsiasi individuo a qualsiasi età. E’ però vero che, tendenzialmente, chi soffre di questo disturbo ha iniziato a manifestare il disturbo quando era bambino. Infatti il picco di incidenza di tricotillomania nei bambini si colloca tra i 2 e i 6 anni di età. In questa fase della crescita dei bambini però, i sintomi del disturbo possono essere transitori.

Se invece compaiono in pre-adolescenza o in adolescenza, il disturbo tende ad essere più pervasivo e duraturo nel tempo. In genere i passaggi critici possono risultare particolarmente stressanti sia per i bambini che per gli adolescenti. Ad esempio il passaggio dalla scuola elementare alla scuola media, l’inizio della pubertà, le dinamiche relazionali degli adolescenti possono generare stress e favorire, in soggetti predisposti i sintomi della tricotillomania.